fbpx
Mercato italiano carrelli elevatori: report 2018

Il mercato italiano dei carrelli elevatori è in movimento

Il report sul mercato italiano dei carrelli elevatori a cura delle associazioni di categoria ANIMA/AISEM e ASCOMAC/UNICEA offre un’interessante panoramica sul mondo delle macchine per la movimentazione. Alle associazioni ANIMA/AISEM e ASCOMAC/UNICEA aderiscono tutti i principali costruttori e distributori di carrelli industriali operanti in Italia. Il loro documento è uno strumento apprezzato dagli operatori del settore. Frutto dell’elaborazione delle indagini statistiche condotte in collaborazione tra queste associazioni, le statistiche pubblicate nel report 2018 e relative all’anno precedente tratteggiano un quadro interessante. Un primo dato: si conferma per il quinto anno consecutivo il trend positivo del mercato italiano, che registra un +11% rispetto al 2016.

Quali aspettative sui dati del mercato dei carrelli elevatori 2018?

Le dinamiche del settore non sfuggono agli storici distributori presenti sul territorio nazionale, come la CO-CAR di Missaglia, in provincia di Lecco, che prestano un’attenzione sempre costante al monitoraggio dell’andamento del mercato dei carrelli industriali. Le parole di Gianpaolo Meloni, presidente UNICEA, fanno ben sperare. In occasione della presentazione del report, in luglio, Meloni diceva: “Anche i primi mesi del 2018 sembrano non avere flessioni rispetto al 2017”. Anche i dati sull’andamento del mercato dei carrelli elevatori a livello regionale costituiscono un segnale importante, per i costruttori e i rivenditori in primis. La regione Lombardia appare in testa alla classifica degli ordini, seguita da Emilia Romagna e Veneto.

Frontali elettrici e frontali termici: quote di mercato dei carrelli elevatori

Scendendo nel dettaglio, nel mercato italiano dei carrelli elevatori si coglie una crescita marcata nel segmento carrelli frontali elettrici. Notevole infatti l’incremento nel 2017 delle vendite di queste macchine (+19%), più marcata rispetto a quella di frontali termici e di carrelli da magazzino. Loreno Leri, coordinatore del Comitato statistiche sezione carrelli industriali AISEM, sottolinea inoltre come l’andamento del mercato dei carrelli elevatori in Italia negli ultimi anni faccia pensare che “il volume di mercato sia consolidato e destinato a durare nel tempo senza grosse oscillazioni”. Buone notizie per il mondo della logistica, a poco più di un mese dalla fine del 2018.

Articolo precedente
Stoccaggio e logistica: come si organizza un magazzino merci?
Articolo successivo
Benessere dei conducenti di carrelli elevatori: cinque cose da sapere
Menu