Mercato dei carrelli elevatori 2018: panoramica generale

Mercato dei carrelli elevatori 2018: segno positivo per la Lombardia

Quali tendenze si possono intuire per il futuro osservando il mercato dei carrelli elevatori nel 2018? Carrelli con guidatore a terra o frontali elettrici oppure frontali termici: in quali direzioni si è mosso il mercato in Italia e, in particolare, in Lombardia? Il settore carrelli elevatori e delle macchine da movimentazione in Lombardia e in Italia è in crescita ormai dal 2012. Un aumento nel numero di ordini che nel 2018 è stato più contenuto rispetto a quello che si è rilevato l’anno precedente. È quanto emerge dal report dalle associazioni ANIMA/AISEM e ASCOMAC/UNICEA. La scheda informativa sul mercato dei carrelli elevatori è un documento di grande interesse per gli operatori del settore.

Cosa dice il report sul mercato dei carrelli elevatori in regione?

I dati raccolti dalle associazioni ANIMA/AISEM e ASCOMAC/UNICEA sono pubblicati nella scheda informativa di sintesi divulgata anche quest’anno in luglio. La Lombardia è la regione italiana che registra nel 2018 il maggior numero di ordini (+7%), in tutte le categorie di prodotto. A cominciare dai frontali termici, segmento del mercato dei carrelli elevatori nel quale si osserva la crescita più significativa; +10% in Lombardia, a fronte di un aumento del 2% sul territorio nazionale. Mentre per i frontali elettrici e i magazzinieri, in regione si osserva una crescita del 7%, a fronte di un aumento dell’8% sul territorio nazionale.

Incentivi fiscali e noleggio dei carrelli elevatori hanno fatto da traino al mercato

Certo un aumento nel mercato dei carrelli elevatori facilitato dalla conferma degli incentivi fiscali, come sottolinea Loreno Leri, coordinatore del Comitato statistiche sezione carrelli industriali dell’AISEM. Il superammortamento – come abbiamo potuto osservare anche noi di CO-CAR – ha avuto anche per quest’anno un ruolo importante. «Il noleggio continua ad essere prevalente rispetto all’acquisto e questo aiuta i numeri del mercato, anche se si sta registrando un aumento della durata degli stessi, passando dai canonici 60 mesi a periodi più lunghi», afferma Gianpaolo Meloni, presidente UNICEA. Un dato interessante per un’azienda come CO-CAR, che da sempre offre ai propri clienti un servizio qualificato di noleggio di carrelli elevatori in Lombardia.

Articolo precedente
Qual è la giusta batteria per un carrello elevatore elettrico?
Articolo successivo
Biellette dello sterzo
Menu